Norme di sicurezza, per la salute e l'ambiente


Salute e sicurezza in Università: principi e buone prassi

Tra i principali obiettivi organizzativi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore occupa una rilevanza particolare la salvaguardia della salute e della sicurezza del personale docente e non docente, degli specializzandi, dei dottorandi, dei tirocinanti, dei contrattisti, dei borsisti, degli studenti e dei visitatori, nonché la tutela degli ambienti e dei beni utilizzati per lo svolgimento delle rispettive attività istituzionali secondo quanto previsto dalla missione dell’Ente.

Compito di tutti, è di collaborare al perseguimento dell’obiettivo sopra menzionato, verificando costantemente che siano rispettate le condizioni necessarie al mantenimento degli ambienti di lavoro e di studio dell’Ateneo salubri e sicuri  e che siano conosciute e rispettati gli adempimenti normativi e le buone prassi interne che regolamentino lo svolgimento in sicurezza delle attività promuovendo il miglioramento continuo del sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro; è compito di ognuno segnalare ai rispettivi referenti le situazioni potenzialmente pericolose, collaborando con i servizi preposti.

Anche gli studenti contribuiscono al miglioramento delle condizioni di sicurezza dell’Università mantenendo comportamenti adeguati in osservanza alle norme vigenti. Considerato il ruolo istituzionale che l’Ateneo riveste nella formazione delle future generazioni di lavoratori, esso rappresenta un luogo dove rafforzare gli elementi di cultura della sicurezza, al fine di dare agli studenti strumenti necessari per confrontarsi con i rischi connessi alle attività lavorative.

L’allegato “Manuale per la sicurezza” personalizzato per ciascuna sede dell’Università, intende fornire ai lavoratori e agli studenti indicazioni di base e comportamentali relativi alla salute e sicurezza ed informazioni di carattere generale sulla gestione delle emergenze.

Manuali per la sicurezza:

Sicurezza, Salute, Ambiente

Per quanto riguarda la Sicurezza, la Salute e l’Ambiente, l’Università Cattolica del Sacro Cuore ha come obiettivo strategico la salvaguardia dei dipendenti, docenti e non docenti, ricercatori, dottorandi, tirocinanti, borsisti, studenti e visitatori, nonché la tutela degli ambienti e dei beni utilizzati per lo svolgimento delle proprie attività istituzionali secondo quanto previsto dalla missione dell’Ente.

Compito di tutti, docenti, studenti e personale amministrativo è di collaborare al perseguimento dell’obiettivo sopra menzionato, verificando costantemente che siano rispettate le condizioni necessarie al mantenimento della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e che siano conosciute e costantemente applicate le procedure; in caso contrario è compito di ognuno segnalare le situazioni potenzialmente pericolose, collaborando con i servizi preposti al continuo miglioramento delle prassi e procedure di svolgimento delle attività istituzionali.

Anche gli studenti possono contribuire al miglioramento della sicurezza (in osservanza delle norme vigenti), con il seguente comportamento:

  1. osservare le disposizioni e le istruzioni impartite ai fini della protezione collettiva e individuale;
  2. utilizzare correttamente i macchinari, le apparecchiature, gli utensili, le sostanze e i dispositivi di sicurezza;
  3. utilizzare in modo appropriato i dispositivi di protezione messi a loro disposizione;
  4. segnalare immediatamente al personale preposto le deficienze dei mezzi e dispositivi, nonché le altre condizioni di pericolo di cui vengano a conoscenza, adoperandosi direttamente, in caso di emergenza, nell’ambito delle loro competenze e possibilità, per eliminare o ridurre tali deficienze o pericoli;
  5. non rimuovere o modificare senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo;
  6. non compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di competenza ovvero che possono compromettere la sicurezza propria o di altre persone;
  7. per le mansioni individuate dal medico competente nel piano sanitario, sottoporsi ai controlli sanitari previsti;
  8. contribuire all’adempimento di tutti gli obblighi imposti dall’autorità competente o comunque necessari per tutelare la sicurezza e la salute in Università;
  9. evitare comportamenti pericolosi per sé e per gli altri.

Alcuni esempi per concorrere a mantenere condizioni di sicurezza:

nei corridoi, sulle scale e negli atri:

  • non correre;
  • non depositare oggetti che possano ingombrare il passaggio;
  • lasciare libere le vie di passaggio e le uscite di emergenza;

negli istituti/dipartimenti, nei laboratori e in biblioteca:

  • seguire scrupolosamente le indicazioni del personale preposto;
  • prima di utilizzare qualsiasi apparecchio, attrezzatura o altro leggere le norme d’uso, le istruzioni e le indicazioni di sicurezza;
  • non utilizzare apparecchiature proprie senza specifica autorizzazione del personale preposto;
  • non svolgere attività diverse da quelle didattiche o autorizzate;

nei luoghi segnalati:

  • non fumare o accendere fiamme libere;
  • non accedere ai luoghi ove è indicato il divieto di accesso;

in caso di emergenza:

  • mantenere la calma;
  • segnalare immediatamente l’emergenza in corso al personale presente e/o ai numeri di telefono indicati;
  • utilizzare i dispositivi di protezione antincendio per spegnere un focolaio solo se ragionevolmente sicuri di riuscirvi (focolaio di dimensioni limitate) e assicurarsi di avere sempre una via di fuga praticabile e sicura

in caso di evacuazione (annunciata da un messaggio audio-diffuso)

  • seguire le indicazioni fornite dal personale della squadra di emergenza;
  • non usare ascensori;
  • raggiungere al più presto luoghi aperti a cielo libero seguendo la cartellonistica predisposta;
  • recarsi al punto di raccolta più vicino (indicato nelle planimetrie esposte nell’edificio);
  • verificare che tutte le persone che erano presenti si siano potute mettere in situazione di sicurezza;
  • segnalare il caso di un’eventuale persona dispersa al personale della squadra di emergenza.

Durante il terremoto:

  • mettersi al riparo sotto una scrivania;
  • ripararsi sotto lo stipite di una porta;
  • stare lontano da librerie o mobili che possono cadere su di voi;
  • stare lontano da finestre o porte a vetro;
  • rimanere all’interno della stanza fino a quando la scossa si interrompe;
  • se ci si trova all’aperto, allontanarsi da edifici, alberi e linee elettriche.

Criteri generali per evacuare persone con disabilità

Accompagnare, o far accompagnare, le persone con capacità motorie o sensoriali ridotte all’esterno dell’edificio; se non è possibile raggiungere l’esterno dell’edificio, provvedere al loro trasporto, in attesa dei soccorsi, fino ad un luogo idoneo (spazio calmo o luogo sicuro), indicati sulle piante di emergenza, o in luoghi non interessati direttamente dall’emergenza, segnalare al al numero di soccorso interno della sede di riferimento e/o all’addetto all’emergenza del punto di raccolta l’avvenuta evacuazione del disabile o l’impossibilità di effettuarla indicando la sua posizione all’interno dell’edificio.

Divieti

In tutte le sedi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, nei limiti e con le modalità stabilite dalla normativa in materia, vige il divieto di fumo.

Numeri di emergenza, contatti e info utili

Campus di Milano

Numeri di emergenza DA INTERNO UC

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 2000
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 2000
  • Vigilanza: 2262

Numeri di emergenza DA FUORI UC o DA CELLULARE

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 02 7234 2000
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 02 7234 2000
  • Vigilanza: 02 7234 2262

Per chiarimenti o approfondimenti

Campus di Brescia

Numeri di emergenza DA INTERNO UC

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 499
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 499
  • Vigilanza: 499

Numeri di emergenza DA FUORI UC o DA CELLULARE

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 030 2406 499
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 030 2406 499
  • Vigilanza: 030 2406 499

Per chiarimenti o approfondimenti

Campus di Piacenza

Numeri di emergenza DA INTERNO UC

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 9
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 9
  • Vigilanza: 139

Numeri di emergenza DA FUORI UC o DA CELLULARE

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 0523 599 111
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 0523 599 111
  • Vigilanza: 0523 599 139

Per chiarimenti o approfondimenti

Campus di Cremona

Numeri di emergenza DA INTERNO UC

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 105
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 105
  • Vigilanza: 116

Numeri di emergenza DA FUORI UC o DA CELLULARE

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 0372 499 105
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 0372 499 105
  • Vigilanza: 0372 499 116

Per chiarimenti o approfondimenti

Campus di Roma

Numeri di emergenza DA INTERNO UC

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 5555
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 4000
  • Vigilanza: 3373

Numeri di emergenza DA FUORI UC o DA CELLULARE

  • Soccorsi esterni: 112
  • Soccorso interno - emergenza sanitaria: 06 3015 5555
  • Soccorso interno - emergenza incendio, allagamenti , etc: 06 3015 4000
  • Vigilanza: 06 3015 3373

Per chiarimenti o approfondimenti